Menù superiore:


sfondo testata


Percorso pagina:


Rapporto con i genitori

Scuola e famiglia concorrono, ognuna con compiti propri, al progetto educativo e didattico degli alunni e degli studenti.

 

  1. a) I genitori partecipano alla vita della scuola attraverso i loro rappresentanti eletti nei seguenti Organi Collegiali all’inizio di ogni anno scolastico:
  • Consiglio di Intersezione nella Scuola dell’Infanzia
  • Consiglio di Interclasse nella Scuola Primaria
  • Consiglio di Classe nella Scuola Secondaria di 1° grado
  • Consiglio di Istituto

I Consigli di classe, di interclasse e di intersezione sono gli organi collegiali in cui le diverse componenti scolastiche si incontrano per pianificare e valutare costantemente l’azione educativa e didattica. Si insediano dopo le elezioni  dei rappresentanti dei genitori e si riuniscono secondo il Piano Annuale delle

Attività proposto dal Dirigente Scolastico e votato dal Collegio dei Docenti a settembre. Possono anche essere convocati su richiesta scritta e motivata della maggioranza dei suoi membri. L’unico requisito richiesto ai genitori per diventare rappresentanti di classe è quello di avere un figlio/a frequentante la classe per la quale si effettuano le elezioni dei suoi componenti; tutti i genitori (padre e madre), infatti, hanno diritto di voto per eleggere i loro rappresentanti nel Consiglio di classe, di interclasse e di intersezione.

 

Il Consiglio di intersezione nella scuola dell’infanzia è composto dai docenti della sezione (inclusi quelli di sostegno se presenti) e da un rappresentante dei genitori.

Il Consiglio di interclasse nella scuola primaria è composto dai docenti (inclusi quelli di sostegno se presenti) dei gruppi di classi parallele (o dello stesso plesso) e, per ciascuna delle classi, da un rappresentante dei genitori.

Il Consiglio di classe nella scuola secondaria è composto dai docenti di ogni singola classe (inclusi quelli di sostegno), dall’insegnante dell’Indirizzo musicale, che interviene esclusivamente per gli alunni del corso pomeridiano e da quattro rappresentanti dei genitori.

 

L’istituto comprensivo di Clusone prevede che il Consiglio si riunisca con la sola presenza dei docenti oppure con la presenza dei genitori rappresentanti, secondo quanto calendarizzato nel Piano Annuale delle Attività.

 

Il Consiglio di classe con la sola presenza dei docenti (Scuola Secondaria) predispone la programmazione educativo-didattica , stabilendo tutte le attività che i docenti della classe intendono portare avanti con gli studenti, esplicitando modalità, metodologia, mezzi e strumenti, in armonia con le indicazioni contenute nel P.T.O.F.; controlla in itinere lo sviluppo della programmazione educativo-didattica della classe anche in rapporto alla tempistica stabilita a inizio anno e ai risultati attesi in relazione alle competenze definite; pianifica interventi di potenziamento, consolidamento, recupero; stabilisce un comportamento comune nei confronti degli alunni nei vari momenti della vita scolastica. Questi compiti nella Scuola Primaria sono affidati invece a ciascuna equipe pedagogica e alle insegnanti della sezione nella scuola dell’infanzia. Al Consiglio d’interclasse e intersezione resta il compito di condividere gli atteggiamenti educativi tra tutti i docenti del medesimo plesso, pianificare le attività comuni, formulare proposte al Collegio Docenti relative all’azione educativa e didattica, proporre gli strumenti e le modalità per agevolare e rendere più efficace il rapporto scuola-famiglia.

Il Consiglio di classe, di interclasse e di intersezione con la presenza dei rappresentanti dei genitori informa quest’ultimi sull’andamento delle classi. I rappresentanti dei genitori riferiscono al Consiglio le richieste e evidenziano le problematiche della classe/sezione. Inoltre formula al Collegio dei docenti proposte in ordine all’azione educativa e didattica, propone e si fa promotore di iniziative di sperimentazione, attività culturali e formative che integrano l’insegnamento curricolare come visite e viaggi di istruzione o progetti. Durante la fase del Consiglio allargata ai genitori rappresentanti di classe, non si può parlare di casi singoli, ma solo di situazioni generali.

 

Rientrano nelle competenze dei Consigli di classe (Scuola Secondaria) anche i provvedimenti disciplinari a carico degli alunni, che comportano l’allontanamento dalla comunità scolastica per un periodo inferiore a quindici giorni. Quando esercita la competenza in materia disciplinare il Consiglio di classe deve operare nella composizione allargata a tutte le componenti, compresi, quindi, i genitori. E’ necessaria, però, l’astensione dei rappresentanti e conseguente surroga nel caso in cui il genitore dello studente sanzionato faccia parte del Consiglio di classe.

 

Il Consiglio di Istituto è il “consiglio d’amministrazione” dell’istituzione scolastica dove sono rappresentate tutte le componenti dell’Istituto (docenti, genitori e personale non docente), dura in carica tre anni ed è presieduto da un genitore eletto al proprio interno. Le attribuzioni del Consiglio sono stabilite per legge. In particolare elabora e adotta gli indirizzi generali e determina le forme di autofinanziamento della scuola, delibera il programma annuale (bilancio); stabilisce come impiegare i mezzi finanziari per il funzionamento amministrativo e didattico; delibera in merito all’adozione e alle modifiche dei regolamenti dell’Istituto.

  1. b) Assemblee di classe

Le Assemblee di classe possono essere ordinarie o straordinarie e si svolgono in orario extrascolastico. Le Assemblee ordinarie di classe rientrano nel calendario predisposto all’inizio dell’anno scolastico e hanno lo scopo di illustrare alle famiglie la programmazione e la realizzazione delle attività didattiche e di discutere problemi e proposte che interessano l’intera classe.

Per le classi prime della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I grado è previsto un incontro preliminare in settembre, prima dell’inizio dell’attività didattica o nei primi giorni di scuola.

Per tutte le altre classi la prima assemblea è convocata circa a metà del mese di ottobre.

 

  1. c) Ricevimenti individuali

Gli incontri individuali degli insegnanti con i genitori sono fondamentali per avviare e mantenere la collaborazione anzitutto sulle tematiche educative, poi sull’andamento degli apprendimenti e la valutazione.

A inizio anno sono stabilite le date per i colloqui individuali: a metà e al termine del primo quadrimestre, a metà e al termine del secondo quadrimestre.

Per la Scuola Primaria e la Scuola dell’Infanzia i genitori ricevono un avviso con la data e l’orario programmato per l’incontro; per la Scuola Secondaria il colloquio avviene col docente coordinatore della classe nelle ore stabilite; a metà del primo e del secondo quadrimestre è prevista comunque una settimana dedicata ai colloqui con tutti gli insegnanti (sezione per sezione) oltre alla possibilità di incontrarli nell’orario di ricevimento.

 

  1. d) Comunicazioni ai/dai genitori (registro Nuvola, diario, sito web)

Dal 2015 i genitori di tutti gli ordini di scuola e gli studenti della Scuola Secondaria di I grado possono accedere al registro elettronico Nuvola con le credenziali riservate consegnate direttamente dall’ufficio di segreteria, attraverso il sito nuvola.madisoft.it.

Accedendo, possono verificare le presenze e le assenze del proprio figlio, le attività svolte quotidianamente, i compiti assegnati, i voti assegnati, i documenti di valutazione intermedia e finale.

Sul sito istituzionale della scuola www.icclusone.gov.it i genitori possono visionare tutti i documenti relativi al funzionamento dell’istituzione, l’offerta formativa della scuola, le circolari, la documentazione di alcune attività significative. Dal sito si può accedere all’Albo Pretorio, alla sezione Amministrazione Trasparente, al sito del MIUR e degli uffici scolastici regionale e provinciale, al portale Pago in Rete, al portale per le iscrizioni, al form di prenotazione dello sportello d’ascolto e consulenza pedagogica.

Ad ogni alunno e studente è consegnato a inizio d’anno il “diario scolastico d’Istituto”, che al proprio interno contiene i regolamenti della scuola, lo spazio per le comunicazioni genitori-insegnanti, i moduli per la giustificazione delle assenze, per le entrate/uscite fuori dall’orario, per l’autorizzazione alle uscite e ai viaggi d’istruzione.

 

 

  1. e) Attività formative rivolte alle famiglie

In occasione della proposta di specifici progetti (ad esempio: laboratorio delle emozioni, prevenzione del bullismo, educazione affettiva e sessuale) la scuola incontra i genitori con l’esperto/a al quale è affidato il progetto sia prima dell’avvio che dopo la conclusione. Lo scopo è la condivisione degli obiettivi e dei contenuti del progetto e, successivamente, la verifica comune dell’attività realizzata.

La scuola inoltre, insieme ad altre agenzie educative del territorio, partecipa all’organizzazione di serate tematiche con l’invito ad esperti o specialisti. Un rappresentante dell’I.C. di Clusone fa parte del tavolo territoriale per i giovani coordinato dall’ambito e dal comune di Clusone.

 

  1. f) Altre forme di partecipazione delle famiglie alla vita della scuola

Le famiglie collaborano alla realizzazione di diverse iniziative scolastiche: Piedibus, spettacolo teatrale a Villa d’Ogna, Carnevale alla primaria di Clusone, laboratori, manifestazioni sportive, concerti. Con l’evento “Scuola Aperta” i genitori e tutta la cittadinanza sono invitati ad entrare nella scuola e assistere alla presentazione di attività e lavori fatta direttamente dagli alunni.

I genitori rappresentanti possono riunirsi in Comitati, aprendo la partecipazione a tutti i genitori della scuola, con l’obiettivo di rappresentare le richieste e i bisogni dei genitori davanti agli organismi scolastici e alle amministrazioni comunali, oltre che supportare progetti e iniziative delle scuole o di tutto l’istituto.

 

  1. g) Patto Educativo di Corresponsabilità

All’atto dell’iscrizione l’Istituto chiede ai genitori di sottoscrivere il “Patto educativo di corresponsabilità” (art. 3 D.P.R. 235/07) firmando sul diario scolastico la pagina relativa. Il patto è finalizzato a condividere e a garantire il rispetto di diritti e doveri nel rapporto Scuola – Famiglia – Studente.

 

  1. h) Presentazione della scuola per l’iscrizione alle classi prime

Tra dicembre e gennaio la scuola, dopo la pubblicazione dell’annuale circolare sulle iscrizioni, incontra i genitori dei bambini residenti nel Comune di riferimento per la presentazione dell’offerta formativa.

Offre altresì ai genitori degli studenti delle classi terze della scuola secondaria occasioni informative per l’orientamento nella scelta della scuola superiore.



IC Clusone – Viale Roma, 11 - 24023 Clusone (BG) – Tel. +39 0346 21023
PEC ministeriale: bgic80600q@pec.istruzione.it - e-mail ministeriale: bgic80600q@istruzione.it
Codice Meccanografico: BGIC80600Q - Codice Fiscale: 90017480162 - Univoco Ufficio: UFLAOE